Home News
News dall'Ordine

Nomina del Consiglio di Disciplina

05 dicembre 2017

 

Il DPR 137/2012 ha istituito all'art. 8 i Consigli di Disciplina, organismi costituiti presso ogni Ordine professionale, cui affidare i compiti di valutazione in via preliminare, istruzione e decisione delle questioni disciplinari riguardanti gli iscritti all'Albo.

Per la designazione dei componenti è stato emanato l’apposito Regolamento del CNAPPC (pubblicato sul Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia 15.12.2012 n. 23) che ne disciplina i criteri e le modalità di designazione e di cui trovate lo stralcio in allegato alla presente.

Il numero dei componenti del Consiglio di Disciplina è pari a 15. Il Consiglio di Disciplina avrà la medesima durata del neo eletto Consiglio dell'Ordine che si è insediato il 4 dicembre 2017; resterà quindi in carica per il quadriennio 2017-2021. I componenti saranno nominati dal Presidente del Tribunale di Monza su una rosa di 30 nominativi indicati dal Consiglio dell’Ordine previo accertamento e valutazione dei requisiti.

Tutto ciò premesso,

invitiamo i colleghi interessati a presentare la propria candidatura
entro e non oltre il 3 gennaio 2018 utilizzando i moduli in allegato, che dovranno essere inviati con copia di un documento di identità via posta elettronica certificata a: oappc.monzabrianza@archiworldpec.it oppure depositati presso la segreteria dell’Ordine.

Si raccomanda di utilizzare esclusivamente i moduli allegati alla presente sia per la compilazione della domanda di candidatura che per la redazione del curriculum, pena l'inammissibilità della domanda.

Di seguito si riporta lo stralcio dei requisiti per la presentazione delle candidature:
 

  • essere iscritti all'Albo degli Architetti, P. P. e C. da almeno 5 anni;
  • non avere legami di parentela o affinità entro il 3° grado o di coniugio con altro professionista eletto nel rispettivo Consiglio dell'Ordine;
  • non avere legami societari con altro professionista eletto nel rispettivo Consiglio dell'Ordine;
  • non aver riportato condanne con sentenza irrevocabile, salvi gli effetti della riabilitazione: alla reclusione per un tempo non inferiore a un anno per un delitto contro la pubblica amministrazione, contro la fede pubblica, contro il patrimonio, contro l'ordine pubblico, contro l'economia pubblica, ovvero per un delitto in materia tributaria; alla reclusione per un tempo non inferiore a due anni per un qualunque delitto non colposo;
  • non essere o essere stati sottoposti a misure di prevenzione personali disposti dall'autorità giudiziaria ai sensi del decreto legislativo 6 settembre 2011 n. 159, salvi gli effetti della riabilitazione;
  • non aver subito sanzioni disciplinari nei 5 anni precedenti;
  • essere in regola con il pagamento della quota di iscrizione all'Albo.