Home Formazione Offerta formativa GREEN URBANISM: LINEE GUIDA PER RIVEGETALIZZARE LA CITTÀ
Formazione

GREEN URBANISM: LINEE GUIDA PER RIVEGETALIZZARE LA CITTÀ

14 dicembre 2017 - ORE 17:00-19:00
Prezzo: Gratis
Disponibiltà : 1000 su 1000
CFP rilasciati 2

WEBINAR
GREEN URBANISM: LINEE GUIDA PER RIVEGETALIZZARE LA CITTÀ

Giovedì 14 dicembre pv.
dalle ore 17.00 alle ore 19.00
Webinar Piattaforma XClima: iscrizioni: per gli iscritti all'Albo di Monza e Brianza accedere alla Piattaforma e acquistare il biglietto che risulterà a € zero - per i non iscritti è possibile acquistare il biglietto al seguente link


L'Ordine degli Architetti PPC della provincia di Monza e della Brianza, in collaborazione con Casaclima, organizza il webinar GREEN URBANISM: LINEE GUIDA PER RIVEGETALIZZARE LA CITTÀ.


OBIETTIVI FORMATIVI
Il quesito di fondo potrebbe essere quello del perché una città dev'essere necessariamente verde e dove verde non è il colore delle facciate ma è la percezione che se ne ricava sorvolandola con un aereo, grazie ad un equa distribuzione tra parti grigie (costruito) e parti vegetali (campagna urbana, aree fluviali, spazi verdi pubblici e privati).

Una semplificazione che richiama il concetto di città ecosistemica, cioè la ricchezza in termini di biodiversità animale e vegetale presente nel territorio urbano; e il concetto di città ospitale, a misura d'uomo (interrogativo con parametri di valutazione molto diversi tra loro e presi da punti di vista molto distanti), che per un uomo che vuol vivere con la natura vuol dire sinonimo di cittadinanza con il verde, cioè del vivere con la necessaria presenza di uno spazio aperto capace di suscitare la memoria di un luogo fertile, agreste, felice.

Per chiarire i vari aspetti che entrano in relazione tra loro, in una lettura di scala ideale, il corso si dipana tra pianificazione del territorio , e relativi richiami alla scala urbana, e la progettazione paesaggistica della città, con dettagli stilistici e di forma che la materia richiama seppure dovendo operare una sintesi tra le molteplici soluzioni adottabili.

ASPETTI GUIDA (rif seminario 07 - 08 – 09 - 10)
Come deve poter trovare spazio il poter riabilitare e ammodernare il tessuto a verde urbano ricercando una maggiore efficacia in termini ambientali oltre che estetici e paesaggistici. Questo ci conduce ad un concetto molto innovativo di cui ancora non si è ancora presa piena consapevolezza: il verde urbano non è più un bene voluttuario e costoso per la città, ma una risorsa economica e ambientale strategica per ridurre i costi finanziari e aumentare il benessere
urbano: rappresenta un’azione per valorizzare città afflitte da forti contrasti sociali ed economici, città che vanno ripensate a misura della propria impronta ecologica ricercando strategicamente come poter costruire una visione di urbanistica (verde) per la città.

Progettare la presenza dello spazio verde in città oggi si relaziona giocoforza al pensiero sul come ridurre il carico inquinante della città, al come ventilare e ombreggiare la città, al come ostacolare l'afa e la calura estiva, al come ridurre l'umidità invernale e la cappa di smog, nel come rendere nuovamente percepibile il firmamento stellare e la penetrazione di una flora-fauna compatibile con l'area urbana. La città per essere smart va chiaramente ammodernata, e non basta il regolamento urbanistico per governarla:

La città deve essere progettata anche dall'agricoltore oltre che dall'immobiliarista e dal “semplice” cittadino: questo livello di partecipazione si traduce oggi con l’acquisire necessariamente nuove strumentazioni tecniche. Non si può più fare a meno del piano del verde e del piano del paesaggio comunale, con i quali dare seguito ad una politica di valorizzazione ambientale e paesaggistica del territorio aperto urbano, fino a renderlo produttivo di materie prime.

PROGRAMMA
L'innovazione tecnologica del giardino: il verde pensile, inquadramento e caratteristiche tecniche e normative; casi di lavoro collegati al tetto verde , analisi problematiche e caratterizzazione delle esperienze di lavoro.
• Linee guida sulla realizzazione del verde pensile
• Concetto di permeabilità diffusa applicata al tetto verde
• Aspetti botanici delle composizioni, tra tetto verde intensivo e tetto verde estensivo
• Analisi delle problematiche d’installo e di manutenzione
• Analisi di esperienze di realizzazione e confronto sui criteri di esecuzione lavori

RELATORE: STEFANO MENGOLI | SANDRO BUTELLI, agronomo, esperto in istallazione verde architettonico

PER IL SEMINARIO SONO STATI RILASCIATI DAL CNAPPC n° 2 CFP
Ricordiamo che i CFP verranno inseriti direttamente dalla Segreteria dell'Ordine di Monza e Brianza sulla Piattaforma IM@teria al massimo dopo 30 giorni dall'erogazione del webinar